Sezioni

Carta archeologica

Il Museo in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia dell'Emilia Romagna aggiorna la banca dati informatizzata dei siti archeologici del territorio modenese. La carta archeologica della città di Modena e del territorio provinciale rappresenta uno strumento di tutela del patrimonio archeologico in relazione alla pianificazione territoriale e attualmente comprende oltre 6000 presenze archeologiche.

Per gli interventi edilizi e urbanistici eseguiti sul territorio del Comune di Modena il Museo segue le procedure relative alle richieste di assenso archeologico (tutele presenti nel P.R.G.) e di verifica preventiva di interesse archeologico (opere pubbliche, DL 163/2006, artt. 95-96).

Il Museo sta attualmente lavorando alla trasformazione della carta archeologica tradizionale in carta di potenzialità archeologica, un nuovo sistema di tutela basato sulla ricostruzione dell’andamento degli antichi piani di calpestio e dello spessore dei depositi alluvionali e antropici, in modo da definire gradi di “rischio archeologico” differenziati anche a seconda delle profondità di intervento.